La Giuria

Caratteri Mobili 

cmCaratteriMobili nasce dall’incontro di persone che lavoravano ciascuno per proprio conto e da anni nel mondo dell’editoria (come editor, librai, redattori, correttori di bozze). Ci siamo incontrati e riconosciuti avere un’idea comune su quello che ci sarebbe piaciuto fosse una casa editrice, un’impresa attenta al carattere speciale del libro, che è sì merce, ma anche oggetto di specie del tutto particolare, non solo perché è portatore di “senso”, ma anche perché ha una sua forma che gli è data da una tradizione. Volevamo fare libri che non fossero belli solo per quello che vi si poteva leggere, ma anche per il loro carattere puramente sensibile, che fossero belli da vedere e da sfogliare. 

Omar Di Monopoli

OMARScrittore, sceneggiatore e artigiano della piccola e grande editoria, nel 2007 ha esordito nel panorama letterario nazionale con il romanzo “Uomini e cani” (Premio Kilhgren Città di Milano, presto al cinema per la Ipotesi di Ermanno Olmi) cui sono seguiti “Ferro e fuoco” (2008), “La legge di Fonzi” (2010, adattato in sceneggiatura dal Torino FilmLab) e la raccolta di racconti “Aspettati l’Inferno” (2014). Ha scritto per la radio e per il web. Ha collaborato con il regista Edoardo Winspeare. I suoi articoli e recensioni sono pubblicati su riviste, blog e antologie.  http://it.wikipedia.org/wiki/Omar_Di_Monopoli

Giorgia Antonelli (LiberAria Editrice)

giorgiaNon sempre tutto quello che sembra finito, finisce per davvero. La storia di LiberAria parla di una morte e di una rinascita, parla di qualcosa che va avanti perché la passione e la dedizione sono in grado di arginare ingenuità ed errori lungo la strada. La prima volta LiberAria è nata nel 2008 grazie a un bando regionale: Principi Attivi che premia idee di start up innovative. Il nome LiberAria nasce in quel momento, dall’idea di coniugare la tradizionale funzione di libreria con le nuove tecnologie digitali dell’editoria. Per dare corpo a questa suggestione è stato scelto come logo un gabbiano di carta che vola libero nell’aria. Dopo l’esperienza positiva del bando, ho deciso di costruire su quelle basi forti ed aggiungere i tasselli che sentivo mancare. Perciò eccoci qui con una nuova (vecchia) casa editrice, con nuovi collaboratori (di conclamata professionalità) e con altre collane (Meduse, narrativa italiana, Phileas Fogg, narrativa straniera e Metronomi, Saggistica contemporanea), perché la sfida di raccontare il contemporaneo non si può incasellare soltanto in uno o due generi.

Alessandra Minervini 

ALESSANDRANata a Bari, nel 1978, nel 2003 si laurea a Siena in Scienze della Comunicazione e in seguito si iscrive al master in storytelling della Scuola Holden di Torino. Dopo averla frequentata, dieci anni fa, è diventata consulente della Scuola per cui cura progetti e rassegne editoriali e insegna scrittura. Lavora e scrive per la radio, il teatro, la tv: è stata anche una ghost writer, ma ha smesso per legittima difesa. Al momento è responsabile editoriale della narrativa italiana di LiberAria Editrice, ha una rubrica sul portale di narrazione del Gruppo Espresso che si chiama “Le notti bianche”. Collabora come storyteller con lo studio di design CHDesign per cui cura un servizio di business storytelling “Storie di Successo. Un giorno ha mandato un racconto alla rivista “Colla” e, dopo un anno, l’hanno pubblicato. L’esperienza è andata bene, non ha più scritto racconti. Ha cambiato molte città, tagli di capelli, e tantissime idee. Ma Fëdor Dostoevskij resta, sempre, il suo scrittore preferito.

Walther Caforio 

waltLibraio per passione di famiglia.
Dal 2003 è direttore commerciale della Caforio Libri&Musica, la nuova sede dell’omonima e storica libreria editrice fondata a Manduria nel 1957.
Organizza eventi e rassegne culturali, collabora con diverse realtà culturali locali e nazionali per diffondere il piacere della lettura e il valore delle librerie indipendenti. Nel 2006 ha ideato e realizzato Beach-Lit la prima rassegna di incontri con gli autori nelle spiagge del Salento. Nel 2010 il festival letterario itinerante Inchiostroprimitivo. Negli ultimi anni ha condotto Babel un programma radiofonico di libri su Radioflo. Collabora al portale nazionale librerieitaliane.net e con la Scuola per Librai Umberto ed Elisabetta Mauri. Le sue grandi passioni, naturalmente dopo i libri, sono la musica rock e la vela. Grazie al suo lavoro ha conosciuto scrittori, editori, librai e magazzinieri, studenti e professori, musicisti e attori, giornalisti, artisti e sognatori di vario genere.

Apulia Film Commission 

apulia-film-commissionLa Fondazione Apulia Film Commission nasce nel 2007 con l’obiettivo di attrarre le produzioni audiovisive grazie alla competitività dei servizi, alla professionalità delle maestranze e all’abbattimento dei costi di trasferta, cast, troupe e location scouting del territorio. Promuove lo sviluppo della cultura cinematografica nel territorio regionale e il sostegno all’industria audiovisiva, sostiene e finanzia progetti trasversali realizzati grazie alle politiche culturali della Regione Puglia, promuove lo sviluppo della cultura cinematografica nel territorio regionale e il sostegno all’industria audiovisiva attraverso il Centro Studi, formazione e ricerca sul cinema e l’audiovisivo”, nato per favorire le attività formative, il networking scientifico e lo stimolo ai film studies, realizzati in collaborazione con le Università e i centri di eccellenza regionali.

Lidia D’Angelo 

LIDIADal 2011 si occupa di editoria e scrittura. Lavora come correttrice bozze, redattrice e editor freelance per l’editore Feltrinelli. Da dicembre 2014 è copy in un’agenzia di grafica e comunicazione di Padova.

Lucia Perrucci 

Laureata in Lettere e Filologia Moderna, si specializza in sceneggiatura e regia con Giffoni Academy, scuola di scrittura del festival. Appassionata di fotografia per pura discendenza paterna e di libri di ogni genere e tempo per vocazione materna, grazie alla sottile arte del “C’era una volta”. Fondatrice e vicepresidente di SpiritiLibri, regista di diversi corti, tra cui “L’uomo che cuce il tempo” premiato in festival internazionali.

Sebastiano Di Paolo

SEBScrittore e giornalista, è direttore della rivista Milena Edizioni, casa editrice per la quale dirige anche la collana Tascabili. Collabora con l’ Università degli Studi di Salerno, anche sulla radio dell’Ateneo. Ha viaggiato in America Latina, e in particolar modo in Brasile, per partecipare a progetti a supporto del movimento Sem Terra, legati alla riforma agraria e alla questione dei diritti umani. Su Fantagazzetta cura le rubriche“Camera a Sud” e “La pressa di Hanta”.

Vincenzo Azzollini

EZIOBarese, giornalista per professione (di fede) e filmmaker per passione (nel senso di via crucis), una laurea in Comunicazione come ottima carta da parati nello stesso salotto in cui espone dediche di registi e cantautori vari. Ha studiato sceneggiatura a Bologna e scrive soprattutto di notte. Qualche anno fa ha sognato un progetto chiamato Spiritilibri, poi lo ha realizzato sul serio. Promette da tempo di partecipare a sedute di terapia di gruppo perché non legge quasi mai opere precedenti agli anni ’20. Ma a quelle sedute ancora nessuno lo ha visto.

Login

IL NOSTRO BLOG

IL VINCITORE

L'OPERA VINCITRICE del contratto di pubblicazione e distribuizione nazionale con la casa editrice CARATTERIMOBILI è:

sljpg

IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO

Il premio " IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO" va a FINESTRE INCENDIATE di Anna Rita Martire

Finestre incendiate

MENZIONE EDITOR

La MENZIONE EDITOR a cura di Alessandra Minervini, docente e consulente della Scuola Holden, va all'opera LO SPUMONE. MORTE SOSPETTA IN PIAZZA CIAIA di Leonardo Cassone

Lo Spumone

Commenti recenti

Vai alla barra degli strumenti