The winner is…

The winner is…

SpiritiLibri 14 comments
News

Ci siamo. Per non essere presi dall’emozione un po’ tutti quanti, facciamo i formali.

Il direttivo dell’Associazione SpiritiLibri, preso atto delle consultazioni con il main partner CaratteriMobili, comunica che a vincere la prima edizione del Contest Letterario Nazionale SpiritiLibri (vincitore del Bando Principi Attivi Regione Puglia), in collaborazione con CaratteriMobili, LiberAria, Apulia Film Commission, e ad aggiudicarsi la pubblicazione e distribuzione con CaratteriMobili, secondo quanto presente nella bozza contrattuale fatta pervenire a tutti i finalisti,

è l’opera

sljpg

Congratulazioni, Claudia. Ci torna in mente il tuo primo intervento in assoluto, nel nostro SpazioLibero: “Incorreggibile Clodia”. È incredibile come per caso e combinazione nascano le avventure più belle.

A vincere il contest parallelo, “Il booktrailer più bello”, e ad aggiudicarsi la targa di premiazione che verrà recapitata nelle prossime settimane, è l’opera “FINESTRE INCENDIATE di Anna Rita Martire. Complimenti a tutti i collaboratori, oltre che ovviamente ad Anna Rita, genitrice di un’opera ambiziosa, complessa, multiforme e dagli importanti margini di crescita.

Le grandi notizie non sono finite qui, però.

Ad aggiudicarsi l’importante MENZIONE EDITOR a cura e a insindacabile scelta di Alessandra Minervini, che consterà in una scheda critica approfondita e una consulenza esclusiva con la docente e consulente della Scuola Holden, nonché editor con una lunga esperienza nello scouting letterario, è l’opera LO SPUMONE. MORTE SOSPETTA IN PIAZZA CIAIA di Leonardo Cassone. A lui va il nostro augurio di assaporare una delle esperienze più importanti e costruttive che un autore possa vivere.

Inoltre, tenuta considerazione in maniera tuttavia non vincolante delle medie raggiunte nelle singole fasi, a discrezione insindacabile del Direttivo dell’Associazione SpiritiLibri, si attribuiscono le seguenti menzioni, con le seguenti motivazioni, a cui seguiranno gli attestati di merito:

MENZIONE per la SINOSSI a “GRAZIE, SVIZZERA!” di Mariacarla Marini Misterioso, per aver architettato una storia brillante ed avvincente, intrisa di ironia tagliente e sottigliezze capaci di incollare il lettore alle pagine;

MENZIONE per l’INCIPIT a “PULP ROUGE” di Francesca Rapa, per la prosa graffiante, l’aggancio tecnicamente perfetto, la fluidità delle digressioni e il fascino creato da un’atmosfera maneggiata con esperienza e consapevolezza;

MENZIONE per la COPERTINA a “BLUE” di Alessandra Farro, per un riconoscimento che ovviamente va inteso come non soltanto legato all’idea grafica, ma alla sobrietà e all’immediatezza del trait d’union con una storia elegante e alla struggente rappresentazione di questo pianeta blu che continua a girare come un vinile su un piatto.

Precisato nuovamente che le precedenti non necessariamente incarnino (o almeno, non soltanto) le opere che hanno raggiunto i migliori punteggi, ma rappresentano segnalazioni che noi di SpiritiLibri ci permettiamo di sottoporre al mondo editoriale, riteniamo doverose altre due menzioni speciali.

MENZIONE SPECIALE all’opera ADIEU MON COEUR di Angelo Calvisi, per la maturità stilistica e il cuore palpitante di una storia dalle eterogenee prospettive, capace di muovere animi e di farsi assorbire in quel tempo di addii generazionali.

MENZIONE SPECIALE all’opera PIOVONO MIGNOLI di Chiara Lombardini, per la singolarità e la profondità dei personaggi, costruiti con una fantasia che tange i confini di intimità e tenerezza propri di un animo umano fuori dal comune.

Giunti all’ultimo atto, desideriamo ringraziare i nostri giurati, per il loro preziosissimo, zelante ed insostituibile lavoro, non sempre facile, a volte ingrato, ma approcciato con senso di responsabilità e dedizione costante. Grazie Omar, grazie Giorgia, grazie Alessandra, grazie Lidia, grazie Sebastiano, grazie Walther, grazie a tutti i nostri partner, sempre presenti in ogni fase della valutazione.

Grazie a CaratteriMobili e LiberAria, per averci accordato la loro fiducia, e averci trasmesso il loro entusiasmo: ci piace pensare che sia solo l’inizio del nostro viaggio insieme.

Grazie a chi ci ha permesso di lanciare questa iniziativa che ha riscosso in questi mesi riscontri, apprezzamenti e incoraggiamenti che non ci aspettavamo, e che ci teniamo stretti: la Regione Puglia. Grazie ad Apulia Film Commission, per l’accoglienza e i consigli preziosi.

E, dato che si deve chiudere in bellezza, il grazie più importante è per voi: non i nostri partecipanti, ma coloro che abbiamo sempre chiamato “i nostri compagni di viaggio”. Perché abbiamo viaggiato insieme a voi. Ci avete permesso di entrare (speriamo di averlo fatto in punta di piedi) nei vostri mondi, nelle vostre aspirazioni, nelle vostre emozioni. Non esiste onore più grande: grazie. Qualcuno dirà che sono solo parole: ma, come piace dire ad uno dei nostri Maestri, “le parole sono importanti”.  Non speriamo di essere sempre stati perfetti. Ma ce l’abbiamo messa tutta.

Dulcis in fundo: un accenno che è una traccia, un indizio, una prospettiva, perché  noi  la casa editrice LiberAria, nostra spalla e nostra ispirazione in quest’idea, vogliamo che le sorprese finiscano qui. Nelle prossime settimane vi aggiorneremo con novità relative all’incessante lavoro sul nostro taccuino “SpazioLib(e)ro”, alla ricerca di chi l’ha imbrattato con maggiore ardore e bellezza: una grandissima opportunità per tutti che si tradurrà in una singolare antologia. Insomma, gente, è solo un arrivederci.

* * * * *
N.B.: alla luce di alcuni inconvenienti passati, e data la particolare solennità del momento, i commenti saranno sottoposti ad approvazione, dunque prima che appaiano potrebbe trascorrere qualche minuto. E’ una pratica diffusa sulla quasi totalità di siti web, che non abbiamo quasi mai adottato per rendere le comunicazioni tra di voi più immediate. Vi ringraziamo per la collaborazione, per tutto il resto vi invitiamo alla lettura della sezione “Norme di comportamento”. 

14 Comments

Foto del profilo di Claudia Lamma

Claudia Lamma

luglio 31, 2015 at 3:17 pm

Io non so cosa dire. A parte grazie per tutto

Foto del profilo di angelo calvisi

angelo calvisi

luglio 31, 2015 at 4:15 pm

Vorrei complimentarmi con Claudia e stappare una bottiglia! Evviva Claudia, Evviva Jenny la secca! Evviva SpiritiLibri!

Foto del profilo di William Francesco Murano

William Francesco Murano

luglio 31, 2015 at 4:36 pm

Brava alla vincitrice… aspetto di leggere la tua opera, e anche quella di altri partecipanti, perché ancora non so se continuerò a scrivere, per ora mi godo la mia vena creativa, ma sarò sempre un grande lettore.

Essendo di parte penso ai vinti… bravissimi a tutti coloro che mi hanno emozionato.

Grazie … al mostro marino che si aggira tra le spiagge della Sicilia.

Foto del profilo di Leonardo Cassone

Leonardo Cassone

luglio 31, 2015 at 6:05 pm

Un gioco, un solo vincitore: Claudia Lamma e la sua Jenny. I miei complimenti! Da parte mia, un immenso grazie per l’opportunità che SpiritiLibri ha pensato di darmi. Un tesoro inestimabile, davvero.

    Foto del profilo di Claudia Lamma

    Claudia Lamma

    agosto 1, 2015 at 1:00 am

    Vero, un gioco, un solo vincitore. Due anni fa avevo mandato un’antologia di racconti che non era certo robba tipo Mary Robison o Amy Hempel, per intenderci. Pero’ quelle cose che un po’ ci speri perche’ era un momento pesante pesante della mia existenzia. Quelle cabale da tinello, insomma. Della serie: mi squartano pure come un bove, che sto in hospital, nessun Julien giungera’ al mio capezzale, e nessun Istituto di Credito, qund’anche uscissi sulle mie gambe, premiera’ la mia rocciosita’ con l’abbuono di tutti i debbitti… Eppure, in questo solstizio d’inverno ondivago e perduto, potrei casomai vincere, casomai. Beh, non ho vinto. Non nel senso stretto della parola. Quella volta ho vinto la confessione di un’infermiera, dignitaria, regale e maestosa, che fumando paglie all’addiaccio fuori della scala antincendio- con me attaccata alla flebo e all’elastomero- mi ha raccontato la sua versione della crisi. Io, fatta di soluzioni saline e antidolorifici – e incurante della raccomandazione non alzarsi dal letto- l’ascoltavo spippagliando senza tregua. E tu? Mi ha domandato dopo il suo racconto.
    A parte l’asportazione, s’intende- ha detto mimando la dimensione come Allevi in quel post dove lo prendono tutti per il culo- come va?
    Avrei potuto sciorinarle tutta una serie di disgrazie non proprio entusiasmanti. Abbruttenti sarebbe la parola adatta. Invece, mentre i tre grilli cantavano la loro ultima ora , l’unica cosa che ho fatto e’ stata stringermi al tubo di metallo che reggeva la flebo e la sacca di sangue.
    Ho perso un concorso letterario- le ho detto.
    lei ha detto: peccato.
    Io ho fatto spallucce. Si’, peccato perche’ mi han tolto un pezzo di corpo e sarebbe stata una sorta d’integrazione vedere su carta la mia robba. Questo ho pensato, ma non l’ho detto.
    Ho detto invece che non importava. Non volevo che quella donna, cosi’ gravata dalle sfighe, finisse per dover compatire me, per il solo fatto che me ne stavo a fumare in una scala antincendio con un sacco di flebo e farfalle addosso. Dopotutto ero viva.
    Questa volta, e in modo del tutto inaspettato, e’ andata diversamente. Ho investito su questo contest, esattamente come hanno fatto tutti coloro che hanno partecipato, e l’ho amato, proprio come gli altri, per tutta una serie di motivi che, in parte, e piu’ o meno apertamente, ho espresso. Credo che oltre alla novita’ del format abbiano concesso liberta’ che mai avevo visto in ambiti simili. Per quanto mi riguarda, ho postato quello che volevo e quando volevo. Ho scritto cose direttamente sul sito, e si vede bene, perche’, esattamente come ora, sto utilizzando una vecchia tastiera americana che mi sballa tutti gli accenti. Non e’ da tutti. E’ una novita’ che va ricordata e ricordata ancora. E’un’opportunita’ che si lascia sfruttare. Percio’, nel corso di questi mesi,ad amici che scrivono e che non conoscete, ma che tante volte si sono confrontati con me, a questi amici a cui tengo, e alle loro scritture a cui tengo tantissimo, dicevo, con l’entusiasmo della cinna che non se ne andra’ mai: lo sai, lo sai miseria, che posso scrivere quello che VOGLIO? Chi se ne frega se perdo, dicevo. Qui nada cento battue, mille battute, il tema dell’orango o la narcolessia delle infrastrutture in Italia. Qui quello che voglio.
    Anche se scrivo buh. E ci ho i crampi allo stomaco per questo. Perche’ miseria, dicevo, comunque vada, questo e’ un gran passo avanti.
    Questo, in un mondo di cento battute spazi inclusi, e’ il Nirvana 🙂

Foto del profilo di LeBoeuf

LeBoeuf

agosto 1, 2015 at 6:06 am

Conosco il lavoro dell’amica Claudia probabilmente meglio di quanto conosca la persona stessa, coi sui capelli da medusa e il suo adorabile testone. È anche probabile che quanto sto per dire valga per tutti i partecipanti al contest, ma io conosco Claudia e conosco lo sforzo profuso, l’impegno, le correzioni, le interminabili riscritture e la costanza con cui è stata sul testo anche nei momenti in cui altri (e alzo la mano) avrebbero magari mollato il colpo. La sua totale dedizione alla parola scritta mi hanno reso l’autrice e il suo testo più cari di quanto avrei mai immaginato.
Spero – e credo – che Jenny abbia gambe abbastanza robuste per fare ancora molta strada. Cosa che auguro a Claudia, ai partecipanti al contest e a tutti quelli che giorno dopo giorno vivono di questa croce e delizia che è la scrittura.
In bocca al lupo a tutti ragazzi.
E tu, amica Clodia, scrivi scrivi.

    Foto del profilo di Claudia Lamma

    Claudia Lamma

    agosto 3, 2015 at 5:52 am

    Ach! Malefico venerabile in saio e ciabatte sdrucite, non te la puoi cavare cosi’, io ho bisogno di te. Piu’ che altro di leggerti, miseria. Quindi l’apologia qua mi terrorizza abbastanza. Se vaporizzi mi avrai sulla coscienza forever. Tivvu come sempre bi.

Foto del profilo di Maria Grazia Adamo

Maria Grazia Adamo

agosto 1, 2015 at 4:07 pm

Complimenti Claudia! Complimenti pure al “collega” Leonardo, ad Anna Rita e a tutti coloro che hanno avuto un riconoscimento. Complimenti anche ai perdenti( me compresa) perché fare e meglio che non fare… Prima o poi tutto torna, magari per altre vie.

Foto del profilo di Marcello Marino

Marcello Marino

agosto 2, 2015 at 8:52 am

Non sono stato moderato nei miei commenti… Se qualcuno lo avesse pensato o se lo fosse chiesto, quella appena letta è la risposta alla vostra domanda.
Non ho scritto e commentato perché ho altro a cui pensare per ora, quindi mi scuso per il ritardo e Complimenti a TUTTI!
Ci vediamo su Capo V.V. a Settembre 😉 (per chi sa dov’è)

Foto del profilo di Chiara Lombardini

Chiara Lombardini

agosto 6, 2015 at 10:02 pm

Sono stata via tanti giorni e mi sono accorta da poco della menzione speciale… GRAZIE!
Al di là della menzione, per la bellissima opportunità di crescita creativa. E complimenti a Claudia e a Jenny!

You must be logged in to post a comment

Login

IL NOSTRO BLOG

IL VINCITORE

L'OPERA VINCITRICE del contratto di pubblicazione e distribuizione nazionale con la casa editrice CARATTERIMOBILI è:

sljpg

IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO

Il premio " IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO" va a FINESTRE INCENDIATE di Anna Rita Martire

Finestre incendiate

MENZIONE EDITOR

La MENZIONE EDITOR a cura di Alessandra Minervini, docente e consulente della Scuola Holden, va all'opera LO SPUMONE. MORTE SOSPETTA IN PIAZZA CIAIA di Leonardo Cassone

Lo Spumone

Commenti recenti

Vai alla barra degli strumenti