Wafer parte12/2 (Inedito di W.F.Murano e M.Marino sempre N.R.N.C.)

Wafer parte12/2 (Inedito di W.F.Murano e M.Marino sempre N.R.N.C.)

Marcello Marino 2 comments
Spazio Libero

Di nuovo la sua dolce e giovane voce: “Tesoro, sei proprio distrutto. Ti è bastato un attimo poggiato sul letto che ti sei addormentato come un ghiro, e io che ti aspettavo sotto, davanti il nostro dolce. Dai, su, alzati!”
Non voglio aprire gli occhi devo sentirla, la stringo forte a me e sento il suo respiro soffia delicato sul mio viso.
Tengo ancora gli occhi chiusi: “Amore?” sussurro timoroso.
: “Sì, tesoro mio?” è la sua voce che mi parla e il suo odore inconfondibile m’inebria, è proprio lei.
Apro gli occhi e il suo volto è proprio davanti al mio, mi bacia con una nuova passione, come se ci fosse qualcosa di più dell’amore.
Si alza di scatto, mi tira su stringendo il mio indice: “Si muova signor tenente! O mi troverò costretta a non servirle il rancio.” Sorridendo mi da le spalle e va fuori dalla stanza.
Mentre dormivo deve avermi preparato un paio di pantaloncini e la maglietta da mettere, le mutande no! perché lei sa che mi danno fastidio quando sto rilassato in casa, le trovo una costrizione che mal sopporto quando sto in giro ma in casa proprio non le voglio.
Scendo giù dalle scale e lei mi aspetta al tavolo della sala da pranzo, ha pure acceso la candela al centro tavola.
Cose importanti stasera!
: “Allora, mia cara la padrona di casa. Cosa ha da dirmi di così importante?” mentre mi accomodo sulla sedia.
Lei rimane immobile a fissarmi, mi guarda con uno sguardo trasognato e incredulo al contempo, fa un piccolo cenno con la testa e mi sorride: “Non ci credo…” sbuffando una piccola ma divertita risata: “… Voi uomini siete veramente poco svegli certe volte.”
Certo che sono poco sveglio, sono stato in missione tutta la notte, poi i rapporti in ufficio, la cazziata del capo che non manca mai, mi sembra il minimo che io ora voglia dormire ma questo non posso dirtelo mia cara: “Sì, oggi è stata una giornata dura e ora non ci sono tanto con la testa.”
È sempre più divertita e, confermando il sorriso sulle sue labbra, fa cenno come a dire no: “Non riesco a credere che voi uomini non riusciate a capire al volo, bisogna dirvele esplicitamente certe cose.” Si alza dalla sedia, mi salta sulle ginocchia e lì seduta con le sue braccia attorno il mio collo mi fissa: “Caro PAPÀ, ora hai capito?” mi prende la mano destra e se la poggia sulla pancia tenendola stretta sotto la sua.
Ho un brivido caldo, gli occhi mi si riempiono di lacrime, provo a dire qualcosa ma la bocca si muove senza che ne esca alcun suono.
Lei mi prende il mento, lo spinge su per far chiudere la mia bocca rimasta spalancata e mi dà un bacio: “Sì, sarai Papà e sarà una bambina.”
: “Una bimba? Io papà di una bimba? E tu la mamma di una bimba? Saremo mamma e papà di una bimba?” Sono sovraeccitato e l’unica cosa che riesco a fare è piangere e balbettare domande su noi che diventeremo genitori.
: “Sì, amore! E sai come la chiameremo?”
: “Perché? La chiameremo?” e scoppio a piangere in un sonoro pianto, quasi me ne vergogno.
: “Perché, non vuoi darle un nome? Allora non la chiameremo!”
Rimango annegato dalle lacrime e a fatica riesco a dirle: “Certo che dobbiamo darle un nome! E quale ti piacerebbe?”
Mi stringe forte, avvicina le sue labbra all’orecchio e: “La chiameremo come tua nonna, Lana.”
: “Lana?” e sprofondo nel pianto più felice della mia vita.
Lei mi stringe: “Andiamo su in camera, è ora di dormire soldatino.”
Prima di addormentarmi tra le sue carezze: “Staremo insieme per sempre, vero?”
: “Nulla ci potrà dividere, saremo una mamma perfetta e tu un papà perfetto! Il nostro amore è perfetto!”
Mi bacia in fronte: “Dormi Amore mio! Dormi.” Mi sussurra mentre chiudo gli occhi.

2 Comments

Foto del profilo di Marcello Marino

Marcello Marino

luglio 23, 2015 at 2:47 pm

Sia nel 12 che nel 12/2 ho commesso un errore ne titolo: Wafe al posto di Wafer.
So che mi perdonerete come sempre 😉
Scusate i miei errori

Foto del profilo di William Francesco Murano

William Francesco Murano

luglio 23, 2015 at 4:28 pm

Mi sono emozionato. Anch’io ho avuto i brividi. Davvero notevole.

You must be logged in to post a comment

Login

IL NOSTRO BLOG

IL VINCITORE

L'OPERA VINCITRICE del contratto di pubblicazione e distribuizione nazionale con la casa editrice CARATTERIMOBILI è:

sljpg

IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO

Il premio " IL BOOKTRAILER PIÙ BELLO" va a FINESTRE INCENDIATE di Anna Rita Martire

Finestre incendiate

MENZIONE EDITOR

La MENZIONE EDITOR a cura di Alessandra Minervini, docente e consulente della Scuola Holden, va all'opera LO SPUMONE. MORTE SOSPETTA IN PIAZZA CIAIA di Leonardo Cassone

Lo Spumone

Commenti recenti

Privacy Policy
Vai alla barra degli strumenti